ITALIANO | ENGLISH
 
          NEWS* | BELLADANZA | VIDEO* | CAMPAGNA | AUTOCOMBUSTIONE | DISCARICA | CONTATTO | NOTE LEGALI
          DISCARICA>>> ELENCO ATTI UFFICIALI | PIANO SPI / ENEA | PIANO | MINACCIA

  PIANO SPI / ENEA >>>

  >PROMESSE
  >AMMISSIONI
 


Le terribili ammissioni del piano SPI ed ENEA

Non è ancora tutto: L’opuscolo pubblicitario sulla Discarica di Belladanza, in quel maggio del 1993, ammette delle verità fastidiose e terribili che ancora oggi vengono in gran parte negate dall’amministrazione:

a) Che nonostante il fatto che il contratto di gestione della Discarica tra il Comune di Città di Castello e la Sogepu preveda 40'000 tonnellate di rifiuti all’anno, provenienti solo dall’Alto Tevere, l’opuscolo ammette che a partire dalla seconda fase (che non si dice quando debba cominciare) si smaltiranno 140’000 tonnellate l’anno (addirittura il doppio di quanto avviene oggi in una situazione insostenibile per le capacità della Discarica e della Sogepu);

b) Questa raccolta da fantascienza serve per raggiungere il completamento della Discarica, che viene indicato non più in 650'000 tonnellate, MA IN 1,8 MILIONI DI TONNELLATE di rifiuti, da realizzare in un tempo non specificato;

c) Che l’immondizia non verrà solo dall’Alto Tevere, MA DA TUTTA L’UMBRIA! L’opuscolo infatti indica 350'000 abitanti come bacino d’utenza della Discarica, ovvero il numero degli abitanti dell’intera Regione nel 1991!