ITALIANO | ENGLISH
 
          NEWS* | BELLADANZA | VIDEO* | CAMPAGNA | AUTOCOMBUSTIONE | DISCARICA | CONTATTO | NOTE LEGALI
          DISCARICA>>> ELENCO ATTI UFFICIALI | PIANO SPI / ENEA | PIANO | MINACCIA

  MINACCIA>>>

  >CROLLO
  >AVVELENAMENTO
  >MORIA DI PESCI
  >AUMENTO DELLE TASSE
  >IMPORTAZIONE SELVAGGIA
  >IMPORTAZIONE SEGRETA
  >DANNI TURISMO
  >IMPLOSIONE DISCARICA
  >MALATTIE
 


L’importazione selvaggia di rifiuti urbani

Il Piano di Fattibilità prevede che annualmente 12mila tonnellate di rifiuti vengano da fuori confine. In altri documenti viene fatto capire che questa quantità di rifiuti non umbri arrivi già oggi alla discarica di Belladanza – questo in una situazione in cui diverse altre discariche, sia nel sud che nel centro Italia, sono ancora attive. Nel frattempo la Toscana, la provincia di Terni, il Lazio e la Campania hanno fatto sapere di essere allo stremo e di necessitare di strutture alternative per lo smaltimento dei rifiuti, dato che le loro discariche verranno presto chiuse. Se ciò è vero, chi può assicurare che a Belladanza non ci sarà un’importazione selvaggia dei rifiuti? Il sindaco Fernanda Cecchini l’ha già annunciato all’incontro di Cornetto dell’ottobre 2007: se i cittadini dell’ATO 1 non saranno capaci, con la loro produzione di immondizia, a far rendere la discarica, allora la Sogepu sarà costretta a guardarsi intorno e prendere immondizia altrui. Dato che nel frattempo sappiamo che i costi veri del raddoppio di Belladanza saranno quasi il doppio di quanto annunciato da Sogepu, possiamo quindi davvero credere che i rifiuti importati selvaggiamente non raddoppieranno anche loro?