ITALIANO | ENGLISH
 
          NEWS* | BELLADANZA | VIDEO* | CAMPAGNA | AUTOCOMBUSTIONE | DISCARICA | CONTATTO | NOTE LEGALI
          DISCARICA>>> ELENCO ATTI UFFICIALI | PIANO SPI / ENEA | PIANO | MINACCIA

  MINACCIA>>>

  >CROLLO
  >AVVELENAMENTO
  >MORIA DI PESCI
  >AUMENTO DELLE TASSE
  >IMPORTAZIONE SELVAGGIA
  >IMPORTAZIONE SEGRETA
  >DANNI TURISMO
  >IMPLOSIONE DISCARICA
  >MALATTIE
 


La minaccia del Piano di Fattibilità


Che la discarica venga ampiata secondo il progetto della Sogepu sembra a prima vista impossibile. Non solo la procedura effettuata viola tutte le leggi possibili, ma già nelle prime riunioni svolte con dei tecnici del settore, del tutto indipendenti dal territorio dell’Umbria, questi hanno definito il progetto firmato da Ennio Spazzoli e Giuseppe Stefano Bernicchi “una provocazione”, “una spallata alle istituzioni”, “un ricatto politico e industriale”, “uno scherzo”, “solo un Pesce d’Aprile tra impiegati che non avrebbe mai dovuto lasciare le sale della Sogepu”, “un falso, perché nessun professionista potrebbe mai presentare una cosa del genere con la speranza che divenga realtà”. Lo stesso Comitato Ambientale di Belladanza, per bocca di diversi suoi esponenti, ha più volte dichiarato che “non intende prendere posizione su un semplice schizzo di principio senza avere nessun elemento tecnico ed economico credibile su cui ragionare”. Il Nuovo Comitato per Belladanza invece teme che dietro quel Pesce d’Aprile si nasconda una volontà ferrea, dettata da una necessità finanziaria impellente ed inderogabile, da un calcolo politico disumano, da un’esigenza occupazionale altrimenti indirimibile. Il nuovo comitato per Belladanza ha paura. Paura che quel Piano si faccia davvero.